Ipermetropia

Ipermetropia

L’Ipermetropia è un difetto visivo caratterizzato dal fatto di vedere male specialmente da vicino. Dipende però dall’entità del difetto perché, se lieve è responsabile solo di una stanchezza visiva (Astenopia), se elevata può dare problemi di messa a fuoco non solo da vicino ma anche da lontano.
 
L’Ipermetropia è quasi sempre dovuta ad un bulbo oculare eccessivamente corto. Una Lieve Ipermetropia è presente nella prima infanzia (Ipermetropia Fisiologica). Tale Ipermetropia (1-2 Diottrie) tende a diminuire spontaneamente dai 5-6 anni ai 12- 13 anni fino a regredire completamente.
 
In tali casi non è necessario prescrivere una correzione ottica ma il bambino verrà controllato periodicamente per verificare il normale sviluppo visivo.
Nel caso si presentino sintomi soggettivi imputabili ad un eccesivo impegno accomodativo (mal di testa, bruciore agli occhi, stanchezza visiva durante l’applicazione per vicino) si procederà con la prescrizione di un occhiale correttivo.
Tale occhiale verrà verificato periodicamente, perché in molti casi l’ipermetropia si ridurrà fino a scomparire.
 
La correzione ottica è invece necessaria nell’ipermetropia medio-elevata ed è imperativa in quella elevata perché se non corretta può procurare problemi più gravi come lo Strabismo e L’Occhio Pigro (Ambliopia). Anche L’Ipermetropia, una volta terminato lo sviluppo dell’occhio, oltre che con gli occhiali e le Lenti a contatto può essere corretta con il Laser ad Eccimeri .

Share by: